Associazione Araldi Madonna Addolorata


Vai ai contenuti

21 novembre 1922

Incoronazione 1923 > Tappe incoronazione


21 novembre
 
I membri intervennero quasi tutti, con generale soddisfazione anche per l’atto di reciproca
stima che venne così dato dovendosi iniziare sul serio i lavori.
Il presidente Primicerio Copponi espose la sua soddisfazione per l’ardore con cui dai membri era stata accolta l’iniziativa e ringraziò a nome di mons. Vescovo esortando tutti a mettersi all’opera con buona volontà, con costanza e senza diffidenza, raccomandò poi la calma e la serenità nelle adunanze.
Si stabilì poi che gli avvisi per le adunanze, piuttosto che stamparli, fossero poligrafati; che il sabato seguente verrebbero affissi per la città le circolari di sottoscrizione per portarle a conoscenza del pubblico e che la domenica seguente sarebbe cominciato il giro di sottoscrizione.
Tutti i moduli erano in ordine in numero di 1250, numerati progressivamente e vennero divisi fra coloro che si esibirono volenterosamente al non lieve compito.
 
La città era stata in precedenza divisa in quattro parti, come segue, dal sig. Giulio Vitali d’accordo col segretario

PRIMA SEZIONE: CAVAGLIONE
Piazza del Plebiscito
Via del Rivellino
San Francesco
Via Cavaglione
Via del Moro
Via del Monastero
Largo del Monastero
Via delle Sambucare
Via Valle dell’Oro
Via degli Archi
Via dell’Annessione
Via del Giardino
Via del Pellegrino
SECONDA SEZIONE: PIAZZA
Piazza Umberto I
Via Cavour
Via della cava
Via Lunga
Via della Fontanella
Via XXI Settembre
Largo Bixio
Largo Regina Margherita
Piazza Trieste
Via Montascide
Via delle Casacce

TERZA SEZIONE: RIUSCELLO
Via Oberdan
Via Traversa
Via Sette Cannelle
Via delle Scalette
Largo del Forno
Largo Consalvi
Via del Riuscello
Via della Scrofa
Via Poggio Barone
Via Garibaldi
Via del Turco
Via Trento
Via del Gallo
 
QUARTA SEZIONE
Largo Indipendenza
Via della Torretta
Via della Libertà
Piazza Vittorio Emanuele
Via della Riforma
Via Verdi
Via Torre di Lavello
Via della Rocca
Via Pozzo Bianco
Via delle Scale lunghe
 
Per la Prima Sezione si esibirono i signori: Eugenio Fioretti - Sposetti Tessidio - Franceschini Giovanni - Fransesini Ersilio – Conticiani Emilio – Santi Natale.
Per la Seconda Sezione si esibirono i signori: Cav. Eusepi Umberto – Nardi Raffaele (Caposquadra) – Massera Valentino – Pietrini Francesco.
Per la Terza Sezione si esibirono i signori: Vitali Giulio (Caposquadra) – Amici Andrea – Regni Guido – Salta Silvio – Salvatori Luigi.
Per la Quarta Sezione si esibirono i signori: Marcelliano Falleroni (Caposquadra) – Porzi Alfredo – Perugini Silvio – Raimondi Pietro.
 
Per la Sezione di campagna: Sig. Pierdomenico Francesco.
I quali si suddivisero poi il lavoro (dopo raccolte le adesioni per le quali si ricevono in blocco – vis mixta fortior) assumendosi ciascuno l’incarico della riscossione di una o di due vie determinate.
Riguardo ai Tuscanesi viventi in altre città o all’estero parve bene che invece di una sottoscrizione si invitassero ad una offerta unica e al segretario fu devoluto cortese invito.
Sulla base di una lista usata precedentemente per il monumento, mandai a mano dei biglietti ad hoc ai parenti o conoscenti di Tuscania cui sapevo essere noto l’indirizzo. Riuscii a trovare circa 200 indirizzi di famiglie viventi fuori città.
 
Il biglietto per chiedere gli indirizzi era così formulato.
 
Ill.mo signore
Prego la S.V. a compiacermi di notare qui sotto l’indirizzo del Sig. _______________________ ________________________________
 
Ringraziamenti
Dev.mo don Domenico Brizi

Il presente verrà ritirato dal fattorino
 
Radunati gli indirizzi, mi accinsi all’opera, spedendo a ciascuno una lettera che conteneva il testo della circolare e un cartoncino d’accompagnamento.
La circolare era quella sopra riportata con qualche leggera modifica.
 
Incoronazione di Maria SS. Addolorata
Settembre 1923
 
Ill.mo Signore,
ci permettiamo rendere noto alla S.V. Ill.ma che in Tuscania si è costituito un Comitato Cittadino allo scopo……ecc. ecc….gloria per la nostra città.
Nella ferma fiducia che la S.V. non sia aliena dal cooperare con generosa offerta all’incoronazione della Madre comune la preghiamo di inviare il denaro al segretario generale del Comitato, rev.do don Domenico Brizi – Tuscania
 
                                                                                            Ringraziamenti e ossequi
                                                                                                      Il Comitato
Tuscania li……….1922
  
Il biglietto d’accompagno da una parte recava stampati i nomi dei componenti il Comitato, dall’altra vi era scritto da me:
 
Ill.mo Signore,
nella certezza di fare cosa gradita mi permetto accludere copia della circolare che il Comitato ha deciso venga spedita ai Tuscanesi altrove residenti, perché tutti in un concorde slancio di fede e d’amore si uniscano ad onorare la nostra SS. Madre.
Confidando nella gentilezza e generosità della S.V. ringrazio fin d’ora sentitamente professandomi coi sensi della più grande stima.
 
                                                                  Dev.mo
                                                                                          don Domenico Brizi

La sera del 25 novembre vennero affissi al pubblico le copie delle circolari per la sottoscrizione in città, sormontandoli dal monito della futura prova.
 
 Domani 26 il Comitato passerà a raccogliere le adesioni alla sottoscrizione.
       Nessuno si ritiri! Siate generosi!
 
L’effetto sembra sia stato buono, perché, quando l’indomani le quattro squadre si misero all’opera, pochi furono quelli che rifiutarono e parecchi sottoscrissero per cinque e più lire mensili.
L’elenco dei sottoscrittori con le offerte relative e quello degli offerenti, che risiedevano altrove, si trova nel libretto apposito.
Non mancò però un piccolo incidente che non ebbe alcuna importanza, ma che fece conoscere le povere intenzioni di alcune persone, le quali, sotto lo specioso pretesto della filantropia e della beneficenza, vollero screditare la nostra iniziativa, mentre sono proprio essi che non danno nemmeno un soldo in opere di bene.




Torna ai contenuti | Torna al menu